Rispetto dell’ ambiente

Simbolo riciclo della zamaLo zinco è amico della vita. Infatti è presente in ogni singola cellula sia animale che vegetale. Questo micronutriente è infatti fondamentale per l’ organismo.

Lo zinco ha moltissime funzioni nell’ organismo. La più importante è il suo merito riconosciuto nel rafforzare il sistema immunitario. E’ risaputo infatti che la carenza di zinco, può portare al sorgere di alcune patologie del sangue e della pelle.

Lo zinco è inoltre molto importante per quanto riguarda la guarizione di ferite e di eruzioni cutanee. Infatti, in commercio esistono svariate tipologie di creme allo zinco, adatte proprio a questo scopo.

Per quanto riguarda la lavorazione dello zinco, è da notare la trascurabile quantità di emissioni in atomosfera durante il processo. Inoltre, a differenza di quello che accade con altri materiali, durante la fusione non sono necessari gas di copertura nocivi, visto che la lavorazione dello zinco non presenta rischio di incendio.

Rispetto ad altri processi metallurgici, la pressofusione delle leghe di zinco necessita di consumi energetici più ridotti. Questo grazie alla sua relativamente bassa temperatura di fusione. La quantità di energia necessaria nella pressofusione della zama è paragonabile a quella necessaria nella trasformazione delle materie plastiche.

Gli scarti di processo sono interamente riciclabili. Parzialmente all’ interno della fonderia, parzialmente mediante centri di raccolta specializzati.

Al termine della loro vita d’ utilizzo, i particolari di zama possono essere interamente riciclati. Il materiale infatti può essere rifuso e riutilizzato più volte, senza che si verifichino deterioramenti delle sue caratteristiche.

Nel video seguente è ripresa la fase di colata della zama in lingotti nella nostra lingottiera automatica. Premi il tasto PLAY per guardarlo adesso.

Le leghe di zinco, sono conformi alle attuali normative vigenti. In particolare la norma ELV (fine vita del veicolo), la norma ROHS (restrizione delle sostanze pericolose) e la norma WEEE (scarti delle apparecchiature elettriche ed elettroniche).

Torna all'inizio